A tutti i miei sbagli (lettera)

A tutti i miei sbagli (lettera) Previous item Per tutte le volte in cui... Next item Come dimenticare un ex...

Non so se ti capita mai di pensare ai tuoi sbagli. Non solo a quelli che hai fatto ma anche a quelli che potresti fare. Insomma il timore di essere “tutta uno sbaglio” a volte c’è, arriva. Credo che sia naturale. Sbagliamo, è insito nella nostra natura. Nessuna azione ha piena certezza di riuscita, per quanto possa essere fatta con le migliore intenzioni. Per questo oggi vorrei dialogare con i miei sbagli e dire loro che mi vanno bene così, che non li temo più. Chissà che in questo modo mi lascino perdere.

“A tutti miei sbagli. Intanto non vi sbagliavate a dirmi che avrei sbagliato. L’ho fatto, ho commesso uno sbaglio e con buona probabilità tra un po’ sbaglierò di nuovo. Giocate facile, voi, si sa. Fate previsioni di pioggia sulla terra bagnata. Vi ho temuto tanto sapete? Nella vita, intendo. Diverse volte ho tentennato su una decisione paralizzandomi al pensiero che avrei potuto sbagliarmi. A volte ho addirittura scelto l’opzione a cui tenevo meno, per non rischiare di rimanerci troppo male se qualcosa fosse andato storto. E alla fine ho sbagliato lo stesso perché con voi più uno vi evita più vi ritrova davanti. Allora da oggi facciamo così: non vi evito più. Lascio che accadiate e mi lascio libera di scegliere senza guardare la vostra ombra davanti a me. Da adesso non vi giudico più, non rifletto più su quale sbaglio possa essere più grande dell’altro. Vi tratterò come foste tutti fratelli, cercando di mettervi sullo stesso piano e di non prestare troppe attenzioni a nessuno tra voi a discapito degli altri. Vi lascio correre liberi, come lascio correre libera me. Libera di provare, scegliere, esprimermi. E se ci incontreremo, che si tratti di un incontro casuale o meritato, stavolta vi saluterò: non farò più finta di non conoscervi. Non mi vergogno più di conoscervi. A tutti i miei sbagli: non vi temo più, e va immensamente bene così. A presto, Lucrezia”

Con buona probabilità questa lettera potrebbe averla scritta chiunque tra noi. Perché quando sentiamo la parola “sbaglio”, i freni interiori che ci scattano sono più o meno simili. Oggi sono qui per augurarti di mantenere la mano nei pressi di quel freno, ma di non fermarti in anticipo per la paura di sbagliare. La paura frega più dello sbaglio di per sé: ti blocca, ti priva di coraggio, ti inibisce. Sbaglia piuttosto ma corri libera. Impara piuttosto ma sii ti stessa. Tutti gli sbagli arrivano ed esistono per farci vedere un lato in più di noi, per scoprirci alla luce. Lascia che accadano, lasciati decidere. Non temere gli sbagli. Manifesta te stessa.

Se ti va di condividere una riflessione a proposito dell’articolo o se hai bisogno di una mano per superare la paura di sbagliare, puoi contattarmi qui.