L’importanza di saper dire “No” e di aggiungere “grazie”

Condividi anche tu

Si parla spesso dell’importanza di saper dire NO: no a una relazione che non si tiene più in piedi, no a un lavoro che non ci gratifica, no a chi abusa della nostra disponibilità, no a chi ha da darci qualcosa che non ci sentiamo di accettare.

Dire “no” rappresenta un grande potere perché ci fa fermare e ci fa fare un passo indietro quando avanzare anche un centimetro in più sarebbe troppo per noi. Dire “no” è una forma di rispetto: per i nostri bisogni, per le nostre capacità, per quel che valiamo e per quanto possiamo ancora dare agli altri, una volta che saremo tornati in forza nel nostro cammino.

Per questo è importante dire “no”. Ma non basta. Perché se diciamo solo “no”, manca una parte fondamentale: il “grazie”.

Grazie perché comunque quell’esperienza, quella persona, quel lavoro mi sono serviti: ho imparato attraverso di loro cosa non voglio essere, cosa non mi piace e cosa ora posso desiderare per me.

Quindi grazie davvero a tutto ciò che ha smesso di appartenermi, di corrispondermi. Grazie perché mi ha aiutato a comprendere e ora sono pronto a lasciarlo andare.

– “Vuoi?”

– “No, ma grazie”.

Ti senti in cambiamento? Richiedi informazioni per iniziare un percorso di auto-miglioramento personale insieme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright Lucrezia Paci Counselor 2019 © All right reserved. P.I. 10174300961 | Professionista di cui alla Legge n. 4 del 14 gennaio 2013, pubblicata nella GU n. 22 del 26/01/2013 | Theme: Business Kid by eVisionThemes