Non sempre la strada più facile è quella giusta per te

Non sempre la strada più facile è quella giusta per te

Ti sarà capitato più di una volta di trovarti davanti a una scelta: se seguire o no una strada più facile di un’altra.
Pensa al lavoro, per esempio. Ci sono persone che hanno familiari avviati in una certa attività professionale e a loro non basterebbe che accodarsi per avere una minima garanzia di riuscita. Eppure non tutte seguono la strada professionale di famiglia: c’è chi fa altro, sapendo che dovrà costruirsi da sé.
O ancora, le relazioni. Sono dell’idea che non tutte le coppie siano autentiche e che ci siano anche quelle di comodo. “Di comodo” significa che scegliamo di stare con qualcuno sulla base di quel che ci dà, anziché del sentimento che proviamo per lui. Per esempio, posso stare con qualcuno non tanto perché lo amo quanto perché lui mi trasmette la rassicurazione di cui ho bisogno. Oppure perché non voglio stare sola…

Scegliere di per sé già non è facile. Scegliere una strada tortuosa anziché una facile può rivelarsi ancora più complesso. Ti porta a mettere in chiaro, da subito, quali sacrifici puoi essere disposta a fare: primo tra tutti, la rinuncia alla comodità. Perché ciò che è comodo è indubbiamente più facile anche se può rivelarsi meno giusto.
In fin dei conti, se ci pensi, la crescita è una scoperta e non si scopre quel che già si sa ma quel che non si conosce. La crescita è proprio questo: scoprire quel che ancora non sai di te stessa. Quante risorse hai ancora sopite. Quanta forza puoi avere. Quanto sai resistere. Quanto coraggio e grinta hai dentro. E con quale determinazione sai perseguire la tua strada. Strada che magari non sarà la più facile ma che, se l’avrai scelta con cura e cuore, si rivelerà nel tempo la più giusta.